Domande e Risposte - Donne Insieme Contro la Violenza
Vuoi farci una domanda?
Scrivendocela qui sotto potrai farlo nell'assoluto anonimato!

Buonasera...sono in una situazione drammatica,non so più cosa fare,ho 19 anni e non so più a chi chiedere aiuto. Sono fidanzata da 7 mesi con un ragazzo che ha sempre mostrato segni di rabbia e gelosia forti,ha scoperto che gli ho raccontato delle bugie e un tradimento (anche se è successo quando non stavamo insieme ma si usciva) Da quel giorno mi ha cominciato a picchiare, a buttarmi per terra,lasciarmi lividi,farmi sbattere nei muri o nei mobili,stringermi al collo ecc. Io non sono una persona stabile e lo ammetto e infatti ho reagito con forza mia lasciandogli segni nelle braccia e tirandogli i capelli. Lui ritiene che non mi posso lamentare se mi picchia perché è colpa mia perché sono una bugiarda e una poco di buono e che pure io gli ho fatto male,il problema è che lui ha davvero problemi di rabbia,distrugge cose e adesso si sfoga su di me,non ammette minimamente che è sbagliato farmi del male fisicamente. Oltre a ciò non mi lascia e se lo faccio io mi minaccia di uccidersi,continua a incolparmi che sono io la causa della sua rabbia ed è solito causa mia se lui mi picchia perché me le merito. sto facendo di tutto per fargli capire che senza me se veramente mi considera così starebbe bene. Mi proibisce di parlare e uscire e andare a ballare con i miei amici e nonostante mi mandi a quel paese ripetutamente fa di tutto per addossarmi colpe del suo malessere e non vuole che mi rifaccio una vita. Non so piu cosa fare,non riesco a dirlo ai miei nemmeno a denunciarlo perché potrebbe veramente fare del male a me o a se stesso.

Ciao cara,

grazie per averci raccontato nel dettaglio la tua situazione, che effettivamente è molto drammatica, come dici tu. Ci hai scritto che il tuo ragazzo ha problemi di rabbia da sempre, quindi le sue reazioni sono indipendenti dai tuoi comportamenti, proprio perché c’è un problema sottostante che riguarda solo lui, anche se lui attribuisce a te le colpe del suo malessere. La violenza non è mai giustificabile, neanche in caso di tradimento, e men che meno di bugie. Infatti, di fronte ad un malessere di coppia la soluzione, come hai accennato tu, sarebbe lasciarsi. Il fatto che tu reagisca con forza alle sue violenze non ti rende una persona instabile ma dimostra come tu voglia difenderti e percepisca un pericolo. Da quello che ci racconti, il tuo compagno è davvero molto violento, tanto da arrivare a metterti le mani al collo, e la situazione non migliorerà. Ti consigliamo quindi di proteggere te stessa prima che lui. Dato che fai fatica a parlarne con i tuoi genitori o a fare denuncia perché temi delle ripercussioni da parte del tuo compagno, ti consigliamo caldamente di rivolgerti al più presto ad un centro antiviolenza vicino alla zona in cui vivi. Lì troverai persone preparate che ti ascolteranno e ti accompagneranno nel percorso più adatto a te, rispettando sempre la tua privacy e i tuoi bisogni. Puoi anche contattare il nostro centro, che si trova nella periferia sud di Milano. Puoi chiamarci al numero 02-90422123 oppure scriverci una mail all’indirizzo info@donneinsieme.org.
Ti mandiamo un saluto affettuoso.

Powered By WSG3 STUDIO