Domande e Risposte - Donne Insieme Contro la Violenza
Vuoi farci una domanda?
Scrivendocela qui sotto potrai farlo nell'assoluto anonimato!

Precedente 1 2 3 4 5 Successivo

Salve ho 23 anni e lui 32 e abbiamo una bambina di 2 anni... Da quando ho partorito ho un po perso la voglia di fare l'amore e lui è molto amareggiato pee questo e me lo rinfaccia sempre e da quando ho partorito lui è diventato un'altra persona.. Urla, mi spinge quando discutiamo e volano molti insulti che mi fanno sentire una ca**a mi riportano indietro a quando ero vittima di bullismo alle medie..... Lui dice che me lo merito di stare male e di piangere e soffrire perché dice non lo amo per il fatto che non facciamo l'amore ma a me viene ancora meno voglia di farlo con lui per come sto psicologicamente mi sento depressa ma lasciarlo? Alla fine se facessimo sempre l'amore staremmo meglio? È uno splendido padre... Ma se ci separiamo la nostra bimba che fine farà? Ma soprattutto.... io?

>>> Leggi Risposta

Sono separata da due anni, il mio ex marito.ludpotaico ha dilapidato il nostro patrimonio, mentendo e raccontando un sacco di bugie.ho un nuovo compagno,anche lui separato frustrato che non ha rapporti con suo figlio da almeno un anno perché non accetta la sua nuova relazione (con me). Penso sempre al suicidio,ma desisto in attesa di sentenza di divorzio.soesso litigo col mio compagno, e le nostre.litigate finiscono con me piena di lividi, perché io lo provoco, e lui mi mena. Lo so che sbaglio Lo so che sono una cogliona. Non riesco a cambiare, mi butto ai suoi piedi affinché non se ne vada, lui mi riprende.col.cellulare mentre piango, così da.potermi sputtanare. Aiutatemi a capire.tutto ciò non è normale Llll

>>> Leggi Risposta

Salve, sono molto confusa su tante cose, e oggi mi sento tristissima, lui mi ha preso a schiffi fortissimi ripetutamente e mi ha detto parole orribili , donna di merda, serpe e tjtti frasi denigratorie solo perché è vero mi sento insicura e non amata e gli ho cercato un amica a cui ci tiene. L'ho fatto per avere solo una rassicurazione da parte sua e un abbraccio , ma ho ricevuto disprezzo e mi ha alzato di brutto le mani facendomi anche cadere a terra e dicendomi che mi meritavo una lezione peggiore Io non penso più che mi ami, cerco di essere impeccabile in tutto, ma alcune volte mi sento insicura e forse cerco per questo la sua amica con cui ha un legame particolare e che sembra intoccabile. Ora piango e mi sento sbagliata io per aver cercato la sua amica , ma sento che non meritavo comunque mi alzasse così le mani e solo tante brutte parole e indifferenza. A natale mi ha chiesto di sposarlo..ma io no mi sento considerata e amata e questo non è il primo episodio in cui mi alza cosi le mani e mi fa capire che me la sono cercata e me lo merito.. Sono confusa e mi vergogno a parlarne con un amica. Ma ho il cuore a pezzi.

>>> Leggi Risposta

Sono una donna di 45 anni. Ho una figlia di 18 anni e vivo con mio marito da 20 anni. Tutto comincia da qualche anno da quando ha iniziato a bere. E’ un ristoratore importante con una bella famiglia, stimato e amato da tutti. Io 10 anni fa sono stata costretta a lasciare il lavoro perché il suo lavoro era quello che ci permetteva di vivere e il mio a suo dire non valeva niente, premetto che lavoravo dall’età di 19 anni tutto il giorno. Lentamente da quando mi sono messa a disposizione della famiglia sono iniziati gli insulti tipo non fai niente tutto il giorno, hai due neuroni, pensi solo allo shopping, sei una morta di fame, è tutto mio. Ho iniziato a non rispondere più al telefono alle mie amiche perché mi vergognavo di raccontare quello che stavo vivendo e soprattutto perché non riuscivo a fingere. La mia famiglia in questi anni ha vissuto problemi economici molto gravi e curava mia nonna che era anziana ed è mancata a novembre. Ho accompagnato mia nonna che per me è stata come una mamma fino al suo ultimo respiro e dopo due giorni dal suo funerale mi hanno chiamata per fare un intervento di fibromi a cui mi sono dovuta sottoporre perché ero in lista d’attesa da circa 7 mesi. Uscita, i uno dei miei due cagnolini di cui mi occupo solo io dopo aver fatto pipì per tutta casa l’ho picchiato e da lì mi ha sbattuta al muro violentemente e sono rimasta a terra tramortita, mentre lui mi passava sopra con i piedi dicendomi che ero una merda...ho parlato con i sui genitori che hanno cercato di parlarci e fino a ieri pareva tutto bene, beveva una bottiglia di vino solo la domenica e si era messo a dieta. Ieri siamo stati a pranzo al mare, ha bevuto ed è ricominciato l’inferno, insulti io molto arrabbiata l’ho offeso e lui mi ha lasciata per strada. Tornata a casa c’era mia figlia con un’amica che accortasi immediatamente dello stato del padre ha mandato via l’amica...lui ha iniziato a picchiarmi nella nostra stanza insultandomi senza voce nella mia stanza finché ho urlato e mia figlia ha chiamato mia suocera che è subito arrivata ma lui ha negato tutto dicendo che sono una pazza e mi stó inventando tutto. Ieri sera mia suocera l’ha obbligato ad andare a dormire da lei. Ora ho paura e non só come comportarmi...potete aiutarmi?

>>> Leggi Risposta

Salve sono sposata da 16 anni una relazione di alti e bassi figli cercati da subito che non arrivavano finalmente un anno fa sono diventata mamma di due splendidi gemelli le discussioni con mio marito sono aumentate lui mi dice sempre che non sono una buona mamma ma io faccio del mio meglio comunque il problema e che l altro giorno mentre eravamo entrambi insieme ai piccoli uno dei due è caduto dal divano non ho fatto in tempo a prenderlo e caduto lui si è arrabbiato molto e preso forse dallo spavento mi ha dato un ceffone fortissimo e poi mi ha detto che e stata colpa mia è uscito e mi ha detto che si voleva separare perché sicuramente i miei bambini non sarebbero sopravvissuti con me mi sono sentita malissimo e ancora mi ci sento mi ha chiesto scusa ma io mi sento ferita che devo fare aiutatemi

>>> Leggi Risposta

Ho 42 anni quattro figli adulti,ho chiesto la separazione ad agosto ma mio marito non accetta,da anni ho subito violenza psicologica,nel 2016 perché lavoravo in hotel dove facevo spezzato,una mattina si è alzato è urlandomi contro che dovevo lasciare quel lavoro io gli urlavo contro di no,lui era seduto di fronte a me e mi ribalto il tavolo sopra le mie gambe,un altro episodio è stato quando mi ha preso con la testa è me l’ha sbattuta contro il muro.So che ci episodi molto più gravi rispetto alla mia,ma da quando ho chiesto la separazione mi sta rendendo la vita impossibile minacciandomi di morte,lunedì scorso ha rotto con una mano una tazza e si è tagliato tutto il sangue schizzava dappertutto e doo ha rotto lo sportello della cucina ha lanciato il telefono contro il muro e sbattuto la sedia a terra,una cosa simile è successo anche tre settimane fa .Cosa devo fare? Ha sempre lavorato è non ha mai fatto mancare nulla economicamente questo si.

>>> Leggi Risposta

la mia mente non si ferma mai. ieri sera dopo cena pensavo: ho sbagliato tutto io, dall'inizio, la prima volta in cui a casa sua si era mostrato aggressivo e volgare, senza nessun rispetto avevo preso le mie cose e con immensa dignità, estrema calma e senza dire una parola me n'ero andata. scendendo le scale mi sentivo così fiera, così orgogliosa di avere fatto la cosa giusta, certo nonostante la prima umiliazione subita. poi le maledette scuse del giorno dopo, nessuno prima si era comportato così, e ci sono cascata, sono entrata dentro quel tunnel maledetto di manipolazione e di alti e bassi. ho voluto PER FORZA vedere solo il suo lato buono, sceglierlo perché era anche buono, dolce, sì … ma tra una punta di rabbia e l'altra … e poi l'ho lasciato perché era aggressivo, cattivo, offensivo e controllante? la colpa è la mia, che ho voluto immaginarlo diverso da com'era, perché da subito lo avevo capito che era troppo strano, lunatico, sempre con quel maledetto broncio. eh sì l'amore fa gola, la condivisione, le coccole, il progettare, fa venire tanta fame. io non so quale disegno ci sia per me, e non voglio giustificare quel mostro dalla cui bocca lo so io cosa è uscito nei miei confronti, ma vedere l'altro per quello che è poteva salvarmi da un sacco di sofferenze. ora spero di avere imparato la lezione. la violenza non è solo fisica, e rendersi conto di averla subita è ancora più doloroso. grazie

>>> Leggi Risposta

quando mi ha chiesto di cercare un appartamento per andare a convivere mi si è gelato il sangue e dopo poco l'ho lasciato. piano piano in 5 mesi di relazione scopro che mi ha letto il telefono, mi stava isolando da tutti, geloso perfino di mio fratello e dei miei colleghi, per non parlare dei miei amici che lo avevano accolto benissimo. domande continue sul mio passato, supposizioni e mezze frasi sulla mia onestà e lealtà, mi ha sfinito. al terzo tentativo di lasciarlo mi ha preso per le braccia e mi ha lasciato i lividi. lanci di oggetti, offese al telefono, lui non si riconosceva in quei comportamenti, ero io a portarlo al limite. diceva. l'ho bloccato, quindi fiori, lettere, appostamenti sotto casa, ronde al lavoro, telefonate agli amici. da settembre, mese in cui l'ho lasciato dopo la richiesta di convivenza è andato avanti fino a metà novembre, poi un episodio in gennaio. oggi è un mese che è sparito, spero per sempre. ed io mi rendo conto che al solo pensiero di trovarmi dentro quattro mura con un uomo mi viene il vomito. amo tantissimo la vita e le persone, questa non sono io, mi sento sporca, inquinata, sono chiusa a riccio perché qui mi sento al sicuro, ma è innaturale per me. sono in terapia per elaborare e per ricominciare a vivere. mai avrei pensato che fosse così difficile. grazie.

>>> Leggi Risposta

So che non serve a nulla ma un modo per sfogarsho comprato casa con il mio ragazzo dopo tanti anni in cui lui non ne voleva sapere. Lavoriamo entrambi. Lui ha investito 60000 euro e io 10000( avevo solo quelli. Lui mi rinfaccia sempre di aver messo di piu' e spesso dice che li vuole indietro. In compenso però io verso tutto il mio stipendio in un conto comune circa 1400 euro da cui paghiamo il mutuo e le spese. Non uso mai soldi prelevo solo il necessario e gran parte del mio stipendio rimane li sul conto in comune. Circa un anno fa degli episodi di violenza... scarti d ira gelosia maleducazione e insulti. Lancio di oggetti e altro mani. Spintoni fuori dall auto. Un giorno in auto mi ha tirato un pugno iin un occhio negando .dicendo che mi ero inventata tutto.. di fronte all evidenza mi sono fatta accompagnare in pronto soccorso avevo un capillare rotto... e mi sono portata un occhio con il sangue per due settimana. Nel frattempo la relazione é andata avanti abbiamo arredato e salturiamente dormiamo insieme... questi episodi di violenza non si solo piu presentati. Ma gli scatti d ira ci sono ancora e a voltr ho paura che possa succedere ancora. Può una persona violenta cambiare o si deve avere sempre paura???

>>> Leggi Risposta

Ciao a tutte non saprei da dove iniziare ma sono a pezzi e forse è poco dire a pezzi ho subito violenza psicologica per anni e ora sono ko

>>> Leggi Risposta

Precedente 1 2 3 4 5 Successivo

Powered By WSG3 STUDIO