Domande e Risposte - Donne Insieme Contro la Violenza
Vuoi farci una domanda?
Scrivendocela qui sotto potrai farlo nell'assoluto anonimato!

Salve a tutte. Mi ritrovo a trascorrere una notte insonne e alla disperata ricerca di risposte. Ed eccomi che mi imbatto nella vostra pagina sperando che mi possiate aiutare. Ho 28 anni, fidanzata da 3 anni.Lui molto più grande di me,non ha una vita semplice,la sua famiglia ha diversi problemi tra cui quelli di salute,per non parlare del fatto che fin da piccolo ha avuto problemi col padre. È cresciuto sotto l ala protettiva di una madre troppo presente, ragion per cui lui è abituato a chi davanti alle sue urla sta zitto. E io purtroppo sono fatta così, quando mi urlano contro mi immobilizzo..tremo e piango.Questo perché prima di lui sono stata fidanzata con un ragazzo che mi metteva le mani addosso,e speravo di non ricapitare più in una situazione del genere. Invece qualche sera fa in seguito ad una discussione con sua sorella (che mi mette in croce) lui se la prende con me al punto da dirmi che mi avrebbe dato uno schiaffo se mi fossi mossa . E appena mi vede che sto per piangere inzia a dire che non l avrebbe fatto,ma io non ci credo molto. Lui ha questo modo si imporsi urlando,rompendo cose.. E ho paura che possa davvero darmi uno schiaffo. Io gli ho detto che queste sue reazioni mi fanno paura,ma lui dice che è dovuto dall\' esasperazione di una sorella che non lo lascia vivere e di tutti i problemi che ha un famiglia. Ma io perché devo farne le spese ? Io che ho sacrificato la mia vita per lui.. che mi faccio in quattro per lui.. vivo lontana dalla mia famiglia, ho messo sempre lui davanti a tutto. E ora mi chiedo se è davvero questo quello che voglio. Non so cosa fare.. Ma per me solo il fatto do avermi minacciato di darmi uno schiaffo è grave e scendo già vissuto con una persona violenta non vorrei di nuovo privarmi della mia vita .. Scusatemi se mi sono dilungata troppo..

Cara amica,
abbiamo letto la tua email. Ci sembra che la tua sensazione di paura sia molto forte, anche perchè, avendo alle spalle una situazione di violenza fisica o psicologica, ti è stato facile capire che il passaggio da una violenza all'altra è molto reale e di facile attuazione. I litigi tra la sorella e lui non giustificano gli atteggiamenti verso di te. Nessun tipo di stress o di litigi deve sfociare in qualunque tipo di violenza e prevaricazione. Vista la tua storia precedente, puoi capire che la situazione non migliorerà. Il consiglio che sentiamo di darti è quello di o contattare un centro antiviolenza più vicino alla tua abitazione o di telefonarci (0290422123) o di mandarci una email ( info@donneinsieme.org) per parlare meglio della tua situazione e trovare uno spazio di ascolto. Un caro abbraccio.

Powered By WSG3 STUDIO